Ricerca 
Introduzione Inibina B e Ormone Anti-Mulleriano


Inibina B           Sigla test:  INIBIN
 
Esame accettabile per pazienti interni, esterni, enti di Service, NON convenzionato.
 
Significato clinico: L’inibina B è prodotta nella donna dalle cellule della granulosa dell’ovaio e nell’uomo dalle cellule del Sertoli del testicolo. Il suo ruolo è di regolare la gametogenesi mediante un feed back negativo sulla produzione di FSH.
 
Settore di esecuzione: Immunochimica (int.2124)
Metodo analitico: Elisa
Valori di riferimento: maschi 50.0 – 250.0 ;   femmine  7.0 – 240.0
Unità di misura:  pg/mL
Tipo di Campione – provetta: Rossa piccola
Tempi di risposta:  10 giorni lavorativi
Modalità di conservazione e trasporto (solo per Service): Paziente a digiuno, conservare i campioni a +2° - +8° C per un massimo di 24 ore altrimenti centrifugare, separare il siero e congelarlo a –20° C (trasporto in ghiaccio secco). Evitare scongelamenti ripetuti.
 
 
 
 
Ormone anti mulleriano         Sigla test:  AMH
 
Esame accettabile per pazienti interni, esterni, enti di Service, NON convenzionato.
 
Significato clinico: L’ormone antimulleriano (AMH)  o Mullerian Inhibiting Substance (MIS) è una glicoproteina dimerica che appartiene alla superfamiglia dei Fattori di Crescita (TGF-b). L’AMH è essenziale nel feto per la regressione dei dotti mulleriani e lo sviluppo dell’organo sessuale maschile. L’AMH è prodotto dalle cellule del Sertoli testicolari nell’uomo e dalle cellule ovariche nella donna. La produzione di AMH nella donna è di circa 3ng/mL nell’età infantile e 2 ng/mL nell’età adulta, per raggiungere valori nulli con la menopausa. Nell’uomo l’AMH dà valori di circa 50 ng/mL nell’età infantile , poi diventa 2-5 ng/mL in età adulta. Le applicazioni coinvolgono: diagnosi di fertilità ovarica nella donna e di funzionalità gonadica nell’uomo, la diagnosi di pubertà precoce o tardiva e di disordini dello sviluppo sessuale, diagnosi di criptorchidismo e anorchidismo, diagnosi di tumori delle cellule germinali dell’ovaio, pazienti con livelli di LH elevati e con tendenza all’iperinsulinismo 
Settore di esecuzione: Immunochimica (int. 2124)
Metodo analitico: Elisa
Valori di riferimento: ADULTI - maschi 2 – 5 ng/mL ;   femmine  0.14 – 5.5 ng/mL
Unità di misura:  ng/mL
Tipo di Campione – provetta: Rossa piccola
Tempi di risposta:  10 giorni lavorativi
Modalità di conservazione e trasporto (solo per Service): Paziente a digiuno, conservare i campioni a +2° - +8° C per un massimo di 24 ore altrimenti centrifugare, separare il siero e congelarlo a –20° C (trasporto in ghiaccio secco). Evitare scongelamenti ripetuti.
 

Ospedale San Raffaele - Milano, via Olgettina 60, 20132 Milano, Italia - Tel. 02 26 431
"Le informazioni medico-scientifiche che si trovano in questo sito si intendono per un uso esclusivamente informativo e non possono in alcun modo sostituire la visita medica."

Copyright Reserved ©, Ospedale San Raffaele - Milano - P.I. 07636600962